Passa alle informazioni sul prodotto
1 su 4

Trizio Editore

Circo Flaminio di Luigi Canina 1841

Circo Flaminio di Luigi Canina 1841

Prezzo di listino €188,00 EUR
Prezzo di listino Prezzo scontato €188,00 EUR
In offerta Esaurito
Imposte incluse. Spese di spedizione calcolate al check-out.
Cornice

ACQUISTA ONLINE, CONSEGNA TRACCIABILE ASSSICURATA

Materiale di qualità unica

Stampa su Carta a mano di Amalfi
Misura: 29 x 42 cm
Materiale: opera stampata su carta pregiatissima con bordi sfrangiati Amalfi fatta a mano
Cornice:  Marrone chiaro in legno di faggio e pasta di legno fatta a mano

VUOI UN PRODOTTO PERSONALIZZATO
O INFORMAZIONI? SCRIVICI

L'opera

Rilegato in copertina rigida marrone con titolo "Canina Roma Antica" in oro al dorso. Luigi Canina, architetto e archeologo, nato a Casale Monferrato il 23 ottobre 1795, morì a Firenze il 17 ottobre 1856. Studiò a Torino con Ferdinando Bonsignore.

Il circo flaminio era un'area circolare nell'antica Roma, situata nella parte sud del Campo Marzio, vicino al fiume Tevere. Conteneva una piccola pista usata per giochi oscuri e vari altri edifici e monumenti. Fu costruito da Gaio Flaminio Nepote nel 221 a.C.. Il circo non era pensato per competere con il più grande circo Massimo, ma veniva usato per diversi scopi, come le assemblee, il mercato e i giochi pubblici². Alcuni di questi giochi erano i Ludii Tauri, tenuti in onore degli dei dell'oltretomba, in cui correvano cavalli con un solo fantino².

Nelle vicinanze del circo flaminio sorgevano numerose strutture, tra cui il tempio di Apollo Sosiano o in Circo, dedicato al dio Apollo e forse anche alla dea Diana. Il tempio fu ricostruito da Gaio Sosio, probabilmente poco dopo un suo trionfo nel 34 a.C., e poi dedicato a nome di Augusto. Le tre colonne rialzate oggi visibili appartengono al rifacimento di epoca augustea.

Il circo flaminio fu abbandonato verso la fine del IV secolo, insieme agli edifici che nel corso dei secoli erano sorti nella zona. I resti del tempio furono occupati da costruzioni medievali e se ne perse traccia fino agli anni 1930.

Come vengono fatte le riproduzioni


Visualizza dettagli completi